Le Bizzarre Avventure di JoJo Wiki
Advertisement

"Il nome è Joestar. Vorrei ripagarti per avermi salvato la vita."

George Joestar (ジョージ・ジョースター Jōji Jōsutā) è un personaggio secondario che appare in Phantom Blood.

George è il padre di Jonathan Joestar e, dopo un tragico fraintendimento, adotta Dio Brando, dando inizio agli eventi della serie.

Aspetto[]

George Joestar è un uomo di mezz'età di media altezza e statura. Ha i capelli corti, ma ha delle ciocche più lunghe che gli coprono la fronte. Ha anche i baffi.

George Joestar indossa un completo elengate e alterna la cravatta al papillon.

Personalità[]

George è gentile, talvolta ingenuo. L'esempio più lampante è quando aveva creduto che Dario Brando lo stesse soccorrendo, mentre invece cercava di rubargli le ricchezze che aveva con sé. Anche quando aveva capito all'incirca la situazione, ha mostrato la sua generosità affermando che aveva donato lui l'anello a Dario Brando, salvandolo dalla prigione. In più, adotta suo figlio Dio, ma non nota i suoi comportamenti sbagliati. Una volta accortosi di quelli, incolpa gli insegnamenti di Dario.

George ama suo figlio, ma è veramente severo con lui, soprattutto dopo l'arrivo di Dio, che dà la possibilità di avere qualcuno con cui comparare Jonathan, per farlo diventare un vero gentiluomo. Nonostante usi anche punizioni fisiche e privazione di cibo per punirlo, sono più a causa delle usanze del tempo in cui vive che del suo carattere. Fa notare il suo enorme amore paterno quando fa da scuto a Jonathan da una pugnalata.

Storia[]

Background[]

Uomo della classe nobile, George perde sua moglie Mary in un incidente in carrozza nel 1868, supponendo che il ladro Dario Brando lo abbia salvato e sentendosi in debito con lui. Si rivela fermamente convinto nella sua credenza anche dopo essere venuto a conoscenza dall'ispettore capo del tentativo di Dario di rivendere la fede nuziale di sua moglie, donandogliela e liberandolo dalla prigione, per poi dirgli di essere un buon padre di famiglia. Persino Dario non riesce a capire la sua generosità, ma George continua a fornirgli i soldi per un'impresa alberghiera destinata poi al fallimento. Per i successivi dodici anni, George fa da padre a Jonathan, che cresce come un giovanotto gentile e fine, nonostante a volte si dimostri un po' rozzo.

Phantom Blood[]

Dopo aver ricevuto una lettera di Dario in punto di morte, George onora il suo "debito" adottando il figlio di Dario, Dio, e facendolo vivere con loro nella magione Joestar, e diventa così un membro della loro famiglia. Durante il soggiorno di Dio, George nota l'impeccabile galateo e la sua spiccata intelligenza, che lo porta a mettere in ombra il proprio figlio molte volte.

Otto anni dopo, George è gravemente malato. Jonathan capisce che è stato avvelenato da Dio e si dirige vero Orge Street per trovare una cura. Quando, guarito, capisce il tradimento di Dio, sentendosi responsabile, George resta a guardare mentre Jonathan aiuta i poliziotti ad arrestare Dio. All'ultimo momento, mentre Jonathan ammanetta personalmente Dio per volere di quest'ultimo, George sente per caso Wang Chan parlare della fortuna sfacciata del ragazzo e teme che sia andato tutto troppo liscio per essere vero. Quando Dio cerca di colpire Jonathan usando su di lui la maschera di pietra, George si mette tra i due per fare da scudo a suo figlio, rimanendo fatalmente colpito. George muore stretto tra le braccia del figlio, consolando Jonathan che la morte più bella per un padre è quella tra le braccia di un figlio amato. Il corpo di George sarà poi cremato dall'incendio che distruggerà anche la magione Joestar.

Advertisement